Archivi del mese: settembre 2012

CoolTour 2012 – di ritorno dal nostro viaggio per l’Europa

Anche per quest’anno la rassegna CoolTour è terminata.

Innanzitutto vogliamo ringraziare tutti coloro che, a diverso titolo, ne hanno permesso la realizzazione: gli sponsor, l’amministrazione comunale, gli amici ed associati che ci hanno dato una mano nell’organizzazione.

Siamo tutti molto soddisfatti per la buona riuscita della settimana; rispetto all’anno scorso si è verificato un evidente incremento di pubblico, che è arrivato a toccare gli oltre 300 partecipanti e che comunque non è mai stato al di sotto delle 50 persone per ogni appuntamento.

Tanti sono stati i complimenti e gli incoraggiamenti arrivati dagli ospiti e dal pubblico stesso, e questo non può che renderci orgogliosi e soddisfatti per il lavoro svolto.

Rispetto all’anno passato riteniamo di aver maturato maggiore esperienza e sicurezza e l’arrivo di nuove risorse è stato fondamentale.

Crediamo di aver mantenuto quelli che sono sempre stati i nostri obiettivi principali: la diversificazione nell’offerta degli eventi; il raggiungimento di un target popolare e mai elitario; la valorizzazione del territorio rovatese, nonchè il mantenimento di una certa coesione tematica del percorso culturale offerto in uno col livello qualitativo di temi e approfondimenti proposti.

Inizieremo presto a lavorare per mettere in cantiere il CoolTour 2013 ed altri eventi che presto vi proporremo. Il lavoro è tanto, l’entusiasmo persino maggiore, e le proposte e offerte di collaborazione sono numerose. Spesso però pochi il tempo e le persone disponibili ad aiutarci: facciamo pertanto un appello affinché chiunque abbia a cuore ciò che facciamo ci contatti per poterci dare una mano, non importa se piccola o temporanea. É certamente bello vedere il nostro paese animarsi in queste occasioni, e tuttavia a volte ci si dimentica di quanto sforzo tutto ciò richieda: speriamo quindi di vedere presto tra noi volti nuovi e menti fresche, perché la cultura è bella solo se la si fa insieme!

l’Associazione Liberi Libri

SOSTITUZIONE EVENTO 15/09

Comunicato stampa 12 Settembre 2012:

L’associazione Liberi Libri intende comunicare ai propri associati e al pubblico che l’evento previsto per sabato 15 pomeriggio all’interno della rassegna CoolTour, intitolato “Intervista col Caprarica” e che avrebbe visto ospite il noto giornalista dott. Antonio Caprarica, è stato ANNULLATO per responsabilità non riconducibili alla nostra volontà.

La referente dell’editore del dott. Caprarica e la sua segretaria personale, con le quali negli scorsi mesi era intercorso un intenso dialogo al fine di progettare, programmare e organizzare la presenza del dott. Caprarica, ci hanno infatti comunicato, solo pochi giorni fa, l’annullamento dell’evento, indicandone ragione in diversi impegni lavorativi del giornalista. Teniamo a precisare che tale comportamento, del tutto inaspettato e che ci ha lasciati sconcertati, è giunto poche settimane dopo la comunicazione dell’espressa conferma della presenza del dott. Caprarica, con l’accordo su ogni dettaglio – tecnico, economico e organizzativo – della sua partecipazione.
Nessuna diversa spiegazione possiamo dunque fornire riguardo allo spiacevole annullamento, per il quale in ogni caso ci scusiamo con il nostro pubblico, che sempre calorosamente ci segue e ci sostiene, anche in questa seconda edizione del festival.
In tempi ristretti e grazie all’amicizia mostrataci da alcune persone abbiamo potuto conoscere il dott. Andrea Perin, con il quale è nato un proficuo dialogo nel quale è stato possibile pensare ed elaborare un nuovo evento che si inserisce idealmente nella medesima prospettiva del precedente, ovviamente innovato nel contenuto.

Il dott. Andrea Perin, museografo e curatore, esperto di tradizioni alimentari e studioso degli intrecci fra cibo e cultura, aprirà al pubblico una prospettiva insolita su come la naturale esigenza biologica di nutrirsi sia in realtà specchio di trasformazioni storico-sociali. Conversando con il giornalista Fabio Larovere, Perin illustrerà come nell’Europa di oggi ci sia un’inevitabile e crescente contaminazione di sapori e tradizioni culinarie. Il cibo, simbolo di appartenenza, diviene oggetto di mescolanza fra tradizioni, e il meticciato culinario diventa quindi specchio del dialogo tra culture.