9/9 – L’Europa della porta accanto

Cittadini europei?

Domenica 9 Settembre, ore 17.00
Salone del pianoforte del Comune di Rovato

Come iniziare una rassegna culturale sull’Europa se non chiedendoci che cosa significhi essere cittadini europei oggigiorno, qui ed ora? Che cosa significa per una persona qualunque, per uno di noi, far parte di questa “avventura moderna” che è l’Europa, l’Unione Europea? In Europa viviamo, lavoriamo, viaggiamo, mangiamo, studiamo, facciamo figli, impresa, arte e cibo. Ne siamo persino cittadini, anche elettori.

A queste e ad altre domande cercheremo di rispondere, in maniera semplice e alla portata di tutti, con l’aiuto dell’avvocato Luca Masera, professore aggregato di Istituzioni di diritto penale presso l’Università degli Studi di  Brescia, e già difensore della parte privata nel notissimo “caso El Dridi” avanti alla Corte di giustizia dell’Unione europea.

SPAZIO

A seguire degustazione offerta dalla gelateria biologica “iTais”.

SPAZIO

Il nostro ospite.

Luca Masera, nato nel 1974, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza nel 1998 presso l’Università degli Studi di Milano.
Nel 2001 ha conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione forense.
Dal 2001 al 2004 ha ricoperto l’incarico di Giudice onorario presso la I sezione penale del Tribunale di Milano.
Dal 1999 ha iniziato a collaborare all’attività didattica e di ricerca presso le cattedre di diritto penale delle Università di Milano e di Brescia.
Dal 2005 è ricercatore di diritto penale presso la facoltà di giurisprudenza dell’Università di Brescia.
Dal 2005 è affidatario, in qualità di professore aggregato, del corso di Istituzioni di diritto penale presso l’Università di Brescia.
Dalla medesima data è coordinatore del corso di Diritto penale per il I anno della Scuola di specializzazione per le professioni legali presso la medesima Università.
Da tempo si occupa di tematiche legate al diritto dell’Unione europea e alle prospettive del moderno diritto penale in chiave europeista.
Nel marzo 2011 è stato difensore del Sig. El Dridi avanti alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea, in un caso che ha mutato radicalmente la disciplina penale dello straniero irregolare nell’ordinamento italiano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...